Home CALCIOMERCATO Inter-Modric, Suning dà l’ok: affare da 150-160 milioni in 4 anni

Inter-Modric, Suning dà l’ok: affare da 150-160 milioni in 4 anni

2036

Il sogno può diventare realtà. L’Inter è fiduciosa e pensa davvero di poter mettere a segno il colpo Luka Modric. L’operazione – spiega il Corriere della Sera – resta complicata, non impossibile, nonostante le parole di chiusura del presidente del Real Madrid, Florentino Perez: “L’unica possibilità che Modric se ne vada dal Real si verificherebbe se qualcuno pagasse la clausola rescissoria di 750 milioni di euro”, ha tuonato il numero uno dei blancos. Il quale, in una posizione difficile dopo aver perso Zinedine Zidane e Cristiano Ronaldo, è irritato dal comportamento di agenti e intermediari e ha voluto lanciare un messaggio al campione di Zara.

Il croato, ancora in vacanza in Sardegna, è atteso l’8 agosto a Madrid, data del probabile incontro con Perez nel quale il giocatore sembra intenzionato a chiedere la cessione ricordando la promessa fatta anni fa dal presidente: “Se vinci tre Champions sei libero di andare”. Parole, però la volontà del giocatore ha un peso decisivo. Il centrocampista del Real è motivato a stabilirsi a Milano. Considera chiuso il suo ciclo nella capitale spagnola, a Milano riabbraccerebbe i compagni di Nazionale con cui ha uno stretto legame (Brozovic, Perisic, Vrsaljko) e avrebbe lo stesso stipendio da 10 milioni, più 1,5 di bonus fino al 2022, due anni in più rispetto al 2020, quando scadrà il contratto con il Real Madrid. In più il giocatore beneficerebbe di un regime fiscale agevolato. Sullo stipendio percepito dall’Inter pagherebbe le normali tasse, ma i redditi prodotti all’estero sarebbero soggetti a un’imposizione sostitutiva forfettaria annuale di 100 mila euro: un bel guadagno.

Non è solo Modric a spingere per l’Italia, anche la moglie Vanja Bosnic è affascinata dal trasferimento nel capoluogo lombardo. L’operazione all’Inter costerebbe attorno ai 150-160 milioni in quattro anni, stipendio del giocatore compreso. Al Real andrebbero circa 12-15 milioni per il prestito oneroso e a giugno dell’anno prossimo (quando Modric sarà in scadenza con gli spagnoli e avrà quasi 34 anni) altri 20-25 milioni per il diritto di riscatto. Il club nerazzurro resta in fiduciosa attesa e capirà l’evoluzione la prossima settimana. Di certo la dirigenza non ha intenzione di trattare con Perez, vuole ritrovarsi con l’operazione già impacchettata dagli agenti, come accaduto per il passaggio di Ronaldo alla Juventus, realizzato quasi in toto dal superagente Jorge Mendes. Nonostante i costi non contenuti e che devono rispettare il fair play finanziario, Suning ha dato il via libera all’operazione: Steven Zhang, figlio del patron Jindong, è entusiasta dell’idea Modric e vuole portarlo San Siro. Comunque sia per l’Inter la strada è sì in salita, non impercorribile, soprattutto se il Real riuscisse a sostituire Modric con Paul Pogba del Manchester United.

FONTE: Fcinternews.it