La presenza di Steven Zhang a Udine con la squadra, e da oggi a Milano, introduce la chiusura dell’affare Gagliardini. Tenuto in panchina ieri a Verona da Gasperini (“Offerta importante, c’è già l’accordo”, ha spiegato il tecnico), il 22enne centrocampista potrebbe ritrovare il Chievo sabato prossimo. E’ ormai scattato il conto alla rovescia che porterà ai comunicati ufficiali di Inter e Atalanta.
TITOLARE COL CHIEVO? — La squalifica di Brozovic infatti gli spalanca la porta della titolarità, anche perché Felipe Melo è ormai un giocatore del Palmeiras, mentre Medel tornerà sì disponibile, ma a quasi due mesi dall’infortunio al ginocchio patito nel derby non avrà 90’ nelle gambe. Prima però dovrà essere ufficializzato il trasferimento di Gagliardini, che costerà 2 milioni di prestito, 23 in estate per il riscatto, oltre a 3 di bonus.
SUL BILANCIO 2017-2018 — Un’operazione che però graverà appunto sul prossimo bilancio, visto che quello che si chiuderà a fine giugno dovrà avere saldo zero, come da accordi con l’Uefa. L’aumento dei ricavi (15 milioni per l’intitolazione Suning della Pinetina e sulle maglie d’allenamento, oltre ad altre operazioni in via di definizione) non basterà per colmare l’attuale gap, ma permetterà alla dirigenza di fare mercato in uscita senza l’obbligo della mega plusvalenza.
NUMERO DI MAGLIA
Gagliardini sembra intenzionato a prendere la maglia numero 5, un numero pesante, che prima di essere indossato da lui era di Dejan Stankovic.