La strada per la qualificazione dell’Inter ai sedicesimi di Europa League è nettamente in salita ma qualche speranza c’è ancora. Il regolamento in teoria fornirebbe una scappatoia anche con un biscotto a Praga: in questo caso, se all’ultima giornata Southampton e Beer Sheva pareggiassero e contemporaneamente l’Inter battesse lo Sparta Praga, nerazzurri e inglesi si troverebbero appaiati a 9 punti in classifica e negli scontri diretti avrebbero gli stessi risultati (una vittoria a testa), la stessa differenza reti (0) e lo stesso numero di gol segnati (2), ma la formazione di Pioli sarebbe avanti perché ha segnato un gol sul campo dei Saints (2-1) che invece al Meazza hanno perso 1-0.

E’ chiaro che se Sparta Praga e Southampton giocheranno senza fare calcoli, per l’Inter sarà un vantaggio. Senza “biscotto” il risultato ideale per Icardi e compagni sarebbe la vittoria degli uomini di Puel che a quel punto sarebbero qualificati matematicamente. In questo caso i nerazzurri avrebbero il destino nelle proprie mani e anche a livello psicologico sarebbero in una condizione psicologica sicuramente migliore perché tra 2 settimane non dovrebbero aspettare aggiornamenti dall’Inghilterra. La squadra di Pioli vincendo a San Siro contro i cechi per 2-0 oppure con uno scarto di più di 2 reti sarebbe promossa ai sedicesimi. Lo Sparta invece potrebbe permettersi di perdere anche 1-0, con un gol di scarto oppure con 2 segnando però almeno 2 reti.

(Corriere dello Sport)

Lascia un commento
(Visited 1.514 times, 1 visits today)